I funghi sono i protagonisti della stagione

i funghi

L’autunno, oltre a colori straordinari, si porta con sé anche il ritorno di alimenti caratteristici e dal gusto inconfondibile. Il riferimento è alla zucca, ai cachi, alle mele, a broccoli e cavoli, a barbabietole, noci, castagne. E poi ci sono i funghi. Tutti li conosciamo, ma non tutti sanno riconoscere quelli commestibili. Di certo c’è che si tratta di un alimento dall’aroma intenso e accattivante, con un’infinità di utilizzi possibili. Tanto buoni quanto preziosi, i funghi sono da sfruttare al meglio e per fare ciò necessitano di pochissime aggiunte: un grande classico li vede in padella con aglio, olio e sale. E nient’altro. Tuttavia chef e cuochi dei migliori ristoranti sapranno sfruttarli tirando fuori il meglio: nel nostro paese infatti si utilizzano in tutte le portate, dalla pasta alla frittata, dalle salse agli arrosti, dalle insalate ai pesci.

I funghi sono i protagonisti della stagione

Il periodo della raccolta inizia tradizionalmente alla fine dell’estate e le più recenti piogge, con la temperatura ancora mite, permettono al sottobosco di produrre funghi in quantità. Il più conosciuto è sicuramente il porcino, sempre molto apprezzato, ma anche i finferli sono funghi versatili, adeguati per preparare primi e secondi piatti di qualità, con una consistenza soda. Naturalmente sono molto gettonati gli champignon, semplici da coltivare e apprezzati come contorno, magari trifolati. Anche se non sono da disdegnare crudi, in insalata mista. Attenzione anche ai pioppini, preparati sott’olio e perfetti per dare un tocco di sapore in più a piatti a base di carne.